Flusso di coscienze

Wednesday, May 23, 2007

l'alba a vaiano

E' strano svegliarsi grazie ad uno sconosciuto.
Di lì a poco trovarsi dal moto all'immoto in una terra sconosciuta, con le prime luci dell'alba.Freddo, soprattutto freddo.
Una seria di scorci surreali, galoppanti, il barista che apre alle 6,30...l'amico che dorme incurante del dove del come del quando.
i primi visi nuovi, freschi
i nostri visi vecchi smunti, polverosi, occhi stanchi, brama di un giaciglio riparatop dal vento
la segretaria mora con gli occhiali e la fede forte al dito.
giovane tua madre
ah solo 3...
anch'io, da gennajo.
Non le risposi nulla, volevo dire mi dispiace con la faccia sincera, empatica...non mi uscì alcun suono.
La faccia sincera, empatica quella si

0 Comments:

Post a Comment

<< Home