Flusso di coscienze

Monday, January 16, 2006

il ciclo economico

Buongiorno.

Non mi dilungherò sulle cose che passo.
Appunto altro: LA VITA E' UN CICLO ECONOMICO.

Superato il periodo in cui si è "incubati", comincia l'addestramento.
Non tutti reagiscono allo stesso modo a questa pratica: qui comincia la discriminazione in base alla reazione all'addestramento. Ci sono gli abili e i non abili.

In tutti i casi si è già parte del ciclo: andando a incidere sulle uscite del ciclo che ci ha partorito.
(sulle relazioni tra i due cicli diremo o direte un'altra volta).

Si è condannati a "produrre" (produrre cosa?) e a spendere.

In cosa si trova la realizzazione personale?
Nella quantità prodotta?

O forse nella fase non produttiva del ciclo (essa è assai breve se si sottrae il tempo passato a dormire).
[ si tratta del ciclo vitale-biologico che coincide con un ciclo economico ]


Salvo casi eccezionali, suppongo sia la seconda ipotesi la più veritiera.

E a questo punto quand'è che si pensa?Dico io ci vorrà del tempo per pensare...no?
Sto cadendo vittima di me stesso...

..quindi è meglio aprire un

sondaggio: CHI VINCERA' I MONDIALI DI GERMANIA???

sondaggio b) : moviola in campo, si o no?